Jolanda Restano

Potete trovarmi su:
Collezionista di libri e film Disney, di sorprese Kinder, di Manga, Jolanda è sempre stata appassionatissima di contenuti per bambini, anche se, non prendendosi subito sul serio, dedica la prima parte del suo percorso professionale alla scienza. A permetterle un felice incontro tra passione e professione sono state Matilde, la prima figlia, Internet (e i suoi territori di sconfinata opportunità) e un agosto cagliaritano.

Chi è

Dopo il liceo classico, Jolanda si laurea in Farmacia presso l’Università degli Studi di Pavia e quindi si dedica alcuni anni alla ricerca scientifica, come ricercatrice presso l’Istituto Farmacologico Mario Negri. L’incontro con Internet avviene in una calda estate del 1995 quando, seguendo in vacanza il marito impegnato in Sardegna nello start-up di un nuovo servizio on-line, Jolanda si trova a poter giocare con un PC, un browser e una linea dedicata. Un vero colpo di fulmine.

Nel 1996, lascia la ricerca scientifica e diventa responsabile dei contenuti del servizio on-line Salute Medicina Internet di Edra. Nel 1998 è autrice della maggiore directory italiana specializzata di medicina, “Internet per le scienze mediche. Manuale di navigazione in medicina” (EDRA, 1998).

Nel 2000, non trovando in rete i testi di filastrocche tradizionali che vuole recuperare per la sua bimba Matilde, lancia Filastrocche.it, divenuto uno dei servizi on-line di maggior successo in Italia dedicati all’infanzia, che oggi propone un database di oltre 17.000 testi e migliaia di creazioni raccolte con la partecipazione del pubblico della rete.

Compiuto il “salto” verso la sua passione più vera, Jolanda diventa anche autrice e producer di contenuti per bambini (libri, fiabe cantate su CD, siti web…) e apre il suo blog personale, Mammachespasso. Con Jopweb, agenzia fondata in seguito al successo di Filastrocche.it, Jolanda ha servito alcune delle maggiori aziende che si rivolgono al pubblico delle mamme e dei bimbi.

Dopo Matilde, nata nel 1999, sono nati Tommaso (2001) e Aurora (2005) e oggi Jolanda può finalmente condividere con loro la sua grande passione per i contenuti per l’infanzia.