Perché Hedrin

Perché non ha agenti chimici. Grazie ai suoi componenti, aiuta mamme e papà a superare questo problema senza drammi per i bambini e in serenità.

CHI SONO I PIDOCCHI

Il pidocchio dei capelli (Pediculus humanus capitis) è ben diverso dal pidocchio del corpo e da quello del pube. Vive a contatto con il cuoio capelluto, si nutre del sangue dell’ospite e nel caso della femmina, che vive circa 4 settimane, depone circa 10 uova al giorno.

Le uova del pidocchio, le lendini, hanno forma allungata (circa 1 mm) e un colore bianco-grigiastro. La femmina adulta le depone incollandole alla base dei capelli, nella zona della nuca e in prossimità delle orecchie. Dopo una settimana/dieci giorni, le lendini si schiudono e danno origine ad una piccola ninfa che in una settimana diventa un pidocchio adulto. Dopo la schiusa, i resti della lendine vuota rimangono attaccati al capello.

Il pidocchio adulto è lungo 2 – 4 mm ed ha un colore indefinito marrone-grigio. Le sue estremità sono ad uncino per attaccarsi saldamente al capello. Percorre da 6 a 30 cm al minuto, è veloce, ma lontano dal cuoio capelluto muore entro il secondo giorno. Anche le uova soffrono il freddo: la temperatura dell’ambiente esterno, inferiore a quella cutanea, non ne garantisce lo schiudersi.

DA DOVE VENGONO

La diffusione dei pidocchi è comune fra i bambini e i ragazzi fra i 3 e i 12 anni e non è un problema esclusivo delle nazioni più povere: la pediculosi è diffusa anche in paesi sviluppati come l’Italia. L’infestazione non è quindi una questione di status sociale ed economico, di igiene personale, colore o lunghezza dei capelli. I pidocchi si diffondono in pochi secondi. La diffusione di questi parassiti avviene per contatto diretto o attraverso oggetti di uso comune, come pettini, spazzole, cappelli e cuscini.

Uno dei primi segnali di presenza dei pidocchi (anche se non si verifica nella totalità dei casi) è un fastidioso prurito. È causato da una reazione allergica provocata dalla saliva dell’insetto. Il “grattamento” prolungato può creare micro-lesioni sulla cute, sanguinamento e di conseguenza, infezioni batteriche.

Individuare i pidocchi non è semplice perchè si muovono velocemente e non sono facilmente localizzabili. Per essere certi che si tratta di effettiva infestazione vanno trovati vivi. La presenza di uova non è affatto indice di effettiva infestazione dal momento che potrebbe non aver completato il ciclo di crescita.

CHIEDI CONSIGLIO AL TUO FARMACISTA

È un dispositivo medico ce. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l’uso. Autorizzazione su richiesta del 05/08/2015.